venerdì 28 ottobre 2011

Ciglia e flagelli

Ciglia al microscopio elettronico

Le ciglia.
Diametro: 0,2 micron      
Lunghezza: 5-10 micron
Quantità: numerose.
Funzione: movimento dell’organismo (ciliati), spostamento del fluido che ricopre il polo apicale delle cellule.

I flagelli.
Diametro: 0,2 micron      
Lunghezza: fino a 150 micron
Quantità: pochi (1 nello spermatozoo).
Funzione: movimento della cellula.

Ciò che accomuna le ciglia e i flagelli è la struttura citoscheletrica interna, pressoché identica, e la loro origine, infatti entrambi si originano dal corpo basale.
Le ciglia à struttura citoscheletrica di sostegno composta da microtubuli + sistema delle radichette ciliari che si raggruppano a mazzo (determinano il movimento sincrono delle ciglia).
L’assonema sarebbe la struttura interna delle cilia. Proviamo a capire meglio da cosa sono costituite:
-          al centro 2 microtubuli completi (13 protofilamenti) uniti da un ponte proteico
-          attorno ai microtubuli centrali è presente una guaina proteica
-          nella zona periferica troviamo microtubuli A e B. I primi sono completi mentre i secondi no e per raggiungere la completezza devono, quindi, addossarsi ai microtubuli A.
-          dal microtubulo A partono dei raggi proteici ( ponti di nexina, con il compito di mantenere in posizione le 9 coppie periferiche) verso il microtubulo B. Inoltre hanno origine due braccia di dineina (proteine motrici che si muovono sui microtubuli) che si protendono sempre verso il microtubulo B.

Se guardiamo, però, un’immagine al microscopio elettronico possiamo notare, attraverso una sezione laterale delle ciglia, che i due microtubuli centrali si interrompono e che i microtubuli laterali sembrano inspessirsi in prossimità del corpo basale: sono presenti, infatti, 9 triplette (tubulo A, tubulo B, tubulo C anch’esso incompleto e si lega al microtubulo B per completare la struttura).

Ogni cellula possiede almeno una coppia di centrioli, dai quali hanno origine le ciglia.  I corpi basali della ciglia, infatti, non sono altro che i centrioli che si dispongono uno a fianco all’altro dando origine all’assonema.
A seconda del numero di centrioli presenti nella cellula si avranno più flagelli/ciglia.

Ma qual è la funzione delle ciglia/flagelli? Il movimento.
Proviamo a capire in cosa consiste…
Movimento del ciglio
Il movimento del flagello agisce su un piano orizzontale; mentre il movimento delle ciglia, generato da molecole di dineina che sporgono dal tubulo A, si articola in tre dimensioni, possiamo distinguere due fasi di movimento denominato a “frusta”:
I FASE ATTIVA (di spinta)_ il ciglio rimane teso e passa da sinistra verso destra
II FASE DI RITORNO (di recupero)_ il ciglio si flette e torna indietro (fase più lenta).