giovedì 9 dicembre 2010

Classificazione dei minerali

CLASSE I_ELEMENTI NATIVI: minerali costituiti da un unico elemento chimico. Possono essere classificati in metalli e non metalli. Tra quelli metalli ricordiamo l’oro (Au), l’argento (Ag) e il rame (Cu), mentre tra i non metalli il carbonio (C) e lo zolfo (S).

CLASSE II_SOLFURI: composti di metalli con lo zolfo.
Esempi:
-          Pirite, FeS2 (solfuro di ferro)
-          Blenda, ZnS (solfuro di zinco)
-          Galena, PbS (solfuro di piombo)
-          Antimonite, Sb2 S3 (solfuro di antimonio)                                                                             

CLASSE III_ALOGENURI: composti di metalli con gli elementi del VII gruppo (alogeni).
Esempi:                                                                                                                                                       
        -      Fluorite, CaF2 (fluoruro di calcio)
-          Salgemma, NaCl (cloruro di sodio)
-          Silvite, KCl (cloruro di potassio)

CLASSE IV_OSSIDI E IDROSSIDI: composti di metalli con l’ossigeno o un gruppo ossidrile (OH).
Esempi:
-          Magnetite, Fe3O4
-          Ematite, Fe2 O3 (ossido ferrico)
-          Limonite, FeO(OH)  (idrossido di ferro)                                        
                                                                                                                                                                 
CLASSE V_CARBONATI
Esempi:                                                                                                                              
-          Calcite, CaCO3 (carbonato di calcio). La calcite si presenta in due forme isoforme (minerali che hanno la stessa formula chimica ma diversa struttura): trigonale( per la calcite pura), romboedrica (per l’aragonite).                              
-          Dolomite
-          Azzurrite
-          Malachite

CLASSE VI_SOLFATI: minerali caratterizzati dall’anione solforico (SO4)2-
Esempi:
-          Anidrite, CaSO4 (solfato di calcio)
-          Gesso, CaSO4  x 2H2O

CLASSE VII_FOSFATI                                                             
Esempi:    -    Apatite,Ca5F(PO4)3                                                                          
CLASSE VIII_SILICATI: sono caratterizzati dall’anione silicatico (SiO4)4-, che ha al centro un atomo di silicio, ibridato sp3, al quale si legano 4 atomi di ossigeno, posti ai vertici di un tetraedro.
A seconda se i tetraedri sono singoli o legati ad altri tetraedri sono state definite alcune tipologie di silicati:
Tectosilicati (costituiti da tetraedri uniti per tutti e quattro i vertici, determinando un reticolo tridimensionale).
Esempi:
-          Quarzo, SiO2
-          Feldspato, il silicio può essere sostituito dall’alluminio, ma, per compensare la carica negativa, è necessaria la presenza di ioni metallici (sodio, potassio, calcio).
        I feldspati si dividono in:
        1. Ortoclasio (feldspato potassico, KAlSi3O8)
        2. Plagioclasio, di cui fa parte: Albite (NaAlSi3O8) e Anortite (CaAl2Si2O8)

Fillosilicati (costituiti da tetraedri posti su strati bidimensionali, caratterizzati da un’accentuata sfaldatura)
Esempi:
-          Miche, che si dividono in:
1.        Muscovite (silicato idrato di potassio e alluminio)
2.       Biotite (silicato idrato di potassio, alluminio, ferro e magnesio)

Inosilicati (tetraedri legati da catene)
Esempi:
-          Pirosseni, a catena singola (dei quali fa parte l’ Augite)
-          Anfiboli, a catena doppia (dei quali fa parte l’Orneblenda)

Nesosilicati ( costituiti da tetraedri isolati)
Esempi:                                                                                                                                         
Olivina

Dai nesosilicati ai tectosilicati aumenta il rapporto silicio/ossigeno, perché creandosi i legami con altri tetraedri aumenta la quantità di silicio mentre l’ossigeno diminuisce.



Mafici: sono i minerali con un basso rapporto Si/O, una densità elevata e un colore scuro.
Felsici: sono i minerali con un elevato rapporto Si/O, una bassa densità e un colore chiaro.

Nessun commento:

Posta un commento